• Pagina principale
UTENTE ANONIMO
UNKNOWN
Benvenuto gentile Ospite
2.0.6
Gestione del Whistleblowing aziendale di CASEIFICIO VILLA S.r.l.
Aiuto
WHISTLE BOX

Il sistema permette alla persona segnalante di effettuare segnalazioni/denunce di commissione di reati o presunzioni di reati o di prevaricazioni e disattenzioni del rispetto delle normative vigenti.

Le segnalazioni vengono ”guidate” tramite Wizard “step by step” sino alla conclusione della segnalazione con riepilogo finale della medesima.

Il sistema costituisce il “canale di segnalazione interno” come da normativa.

Consulta la sezione “come fare per” per trovare risposta a tutti i tuoi dubbi o perplessità o richiedi il nostro supporto.

COME FARE PER

Richiedere informazioni?

Compila il modulo di invio indicando i tuoi riferimenti: il nostro personale ti riponderà non appena possibile.

Indirizzo email
Nome
Informativa e consenso al trattamento
RadEditor - HTML WYSIWYG Editor. MS Word-like content editing experience thanks to a rich set of formatting tools, dropdowns, dialogs, system modules and built-in spell-check.
RadEditor's components - toolbar, content area, modes and modules
   
Toolbar's wrapper 
 
Content area wrapper
RadEditor's bottom area: Design, Html and Preview modes, Statistics module and resize handle.
It contains RadEditor's Modes/views (HTML, Design and Preview), Statistics and Resizer
Editor Mode buttonsStatistics moduleEditor resizer
 
 
RadEditor's Modules - special tools used to provide extra information such as Tag Inspector, Real Time HTML Viewer, Tag Properties and other.
   


Cambiare la password?

Dal pannello "Cambio password" del menu utente, è possibile attivare la procedura di sostituzione, dove ti verrà richiesto di re-inserire la vecchia password e specificarne una nuova, rispettando i requisiti di complessità (lunghezza minima di 8 caratteri, almeno una lettera maiuscola e una minuscola, almeno un carattere numerico e un carattere speciale).

Recuperare la password dimenticata?

Indica il tuo username nella finestra di "Login" e clicca sul link "Password dimenticata ?": il sistema ti proporrà una finestra di conferma in cui verrà indicata la tua email di recupero parzialmente nascosta, verso cui verrà inviata una email con all'interno un link utile a reimpostare la tua password.

Verificare la propria email?

Siamo molto attenti ai tuoi diritti ed alla tutela dei tuoi dati personali e della tua privacy. Per questo ti permettiamo il massimo controllo sull'utilizzo della email che ci hai indicato durante la registrazione. Dal pannello "Gestione email" del menu utente, è possibile attivare la procedura di verifica della tua email, per offrirti i servizi di notifica automatica utili alle attività del portale. In alternativa puoi decidere che la tua mail non venga utilizzata all'interno del sito per le normali attività. Fa eccezione la procedura di recupero password, che nel tuo interesse, utilizza la email per permettere il recupero delle credenziali dimenticate, anche se non ne dai esplicito consenso all'utilizzo.

Ricevere supporto?

Compila il modulo sottostante indicando i tuoi riferimenti e descrivendo nel dettaglio la tua richiesta di supporto. Sarai ricontattato al più presto dal nostro personale.

Indirizzo email
Nome
Informativa e consenso al trattamento
Oggetto
RadEditor - HTML WYSIWYG Editor. MS Word-like content editing experience thanks to a rich set of formatting tools, dropdowns, dialogs, system modules and built-in spell-check.
RadEditor's components - toolbar, content area, modes and modules
   
Toolbar's wrapper 
 
Content area wrapper
RadEditor's bottom area: Design, Html and Preview modes, Statistics module and resize handle.
It contains RadEditor's Modes/views (HTML, Design and Preview), Statistics and Resizer
Editor Mode buttonsStatistics moduleEditor resizer
 
 
RadEditor's Modules - special tools used to provide extra information such as Tag Inspector, Real Time HTML Viewer, Tag Properties and other.
   

FAQ

Qual è la disciplina normativa che regolamenta il Whistleblowing?

La disciplina normativa è costituita dal D.lgs. n. 24/2023. attuativo della Direttiva Europea n. 1937/2019.

Entro quando devo essere ottemperante?

Entro il 15 luglio 2023, ma con una deroga per i soggetti del settore privato che hanno impiegato, nell’ultimo anno, una media di lavoratori subordinati non superiore a 249: per questi, infatti, l’obbligo di istituzione del canale di segnalazione interna avrà effetto a decorrere dal 17 dicembre 2023.

Qual è il ruolo del Whistleblowing?

Il Whistleblowing è:

  • strumento di prevenzione degli illeciti, e
  • manifestazione di un diritto umano (libertà di espressione)

Qual è lo scopo del Whistleblowing?

La direttiva n. 1937/2019 prevede una tutela per il whistleblower (segnalante) senza differenziazione tra settore pubblico e settore privato per favorire l’emersione di illeciti, commessi non solo all’interno dei c.d. soggetti del settore pubblico ma anche delle imprese e aziende private operanti in svariati settori del mercato.

Qual è lo scopo del Decreto 24?

Il D.lgs. 24/2023 raccoglie in un unico testo normativo l’intera disciplina dei canali di segnalazione e delle tutele riconosciute ai segnalanti sia del settore pubblico che privato. Ne deriva una disciplina organica e uniforme finalizzata a una maggiore tutela del whistleblower, in tal modo, quest’ultimo è maggiormente incentivato all’effettuazione di segnalazioni di illeciti nei limiti e con le modalità indicate nel decreto.

Chi deve istituire i canali interni di segnalazione?

I soggetti del settore pubblico e del settore privato sono tenuti a garantire le tutele e a istituire i canali interni di segnalazione

Chi deve ottemperare al Decreto 24 oltre che ai soggetti pubblici?

I soggetti, diversi da quelli rientranti nella definizione di soggetti del settore pubblico, i quali:

  • hanno impiegato, nell'ultimo anno, la media di almeno cinquanta lavoratori subordinati con contratti di lavoro a tempo indeterminato o determinato;
  • rientrano nell'ambito di applicazione degli atti dell'Unione di cui alle parti I.B e II dell'allegato (cd. settori sensibili), anche se nell’ultimo anno NON hanno raggiunto la media di almeno 50 lavoratori subordinati;
  • rientrano nell'ambito di applicazione del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231, e adottano modelli di organizzazione e gestione ivi previsti, ANCHE se nell'ultimo anno non hanno raggiunto la media di 50 lavoratori subordinati.

Chi e’ il whistleblower ?

Il whistleblower è la persona che segnala, divulga ovvero denuncia all’Autorità giudiziaria o contabile, violazioni di disposizioni normative nazionali o dell’Unione europea che ledono l’interesse pubblico o l’integrità dell’amministrazione pubblica o dell’ente privato, di cui è venuta a conoscenza in un contesto lavorativo pubblico o privato (disposto dell’art. 1 e dell’art. 2 del d.lgs. 24/2023).

Chi può segnalare?

Sono legittimate a segnalare le persone che operano nel contesto lavorativo di un soggetto del settore pubblico o privato, in qualità di:

  • dipendenti pubblici (ossia i dipendenti delle amministrazioni pubbliche di cui all’art. 1, comma 2, del d.lgs 165/01, ivi compresi i dipendenti di cui all’art.3 del medesimo decreto, nonché i dipendenti delle autorità amministrative indipendenti di garanzia, vigilanza o regolazione; i dipendenti degli enti pubblici economici, degli enti di diritto privato sottoposti a controllo pubblico, delle società in house, degli organismi di diritto pubblico o dei concessionari di pubblico servizio);
  • lavoratori subordinati di soggetti del settore privato;
  • lavoratori autonomi che svolgono la propria attività lavorativa presso soggetti del settore pubblico o del settore privato;
  • collaboratori, liberi professionisti e i consulenti che prestano la propria attività presso soggetti del settore pubblico o del settore privato;
  • volontari e i tirocinanti, retribuiti e non retribuiti;
  • azionisti e le persone con funzioni di amministrazione, direzione, controllo, vigilanza o rappresentanza, anche qualora tali funzioni siano esercitate in via di mero fatto, presso soggetti del settore pubblico o del settore privato.

Quando si può segnalare?

  1. quando il rapporto giuridico è in corso
  2. quando il rapporto giuridico non è ancora iniziato, se le informazioni sulle violazioni sono state acquisite durante il processo di selezione o in altre fasi precontrattuali;
  3. durante il periodo di prova;
  4. successivamente allo scioglimento del rapporto giuridico se le informazioni sulle violazioni sono state acquisite prima dello scioglimento del rapporto stesso (pensionati).

Cosa si puo’ segnalare?

  1. Violazioni di disposizioni normative nazionali:
    Comportamenti, atti od omissioni che ledono l’interesse pubblico o l’integrità dell’amministrazione pubblica o dell’ente privato e che consistono in:
    • illeciti amministrativi, contabili, civili o penali;
    • condotte illecite rilevanti ai sensi del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 (reati presupposto a titolo esemplificativo: Indebita percezione di erogazioni, truffa in danno dello Stato, di un ente pubblico o dell'Unione Europea per il conseguimento di erogazioni pubbliche, frode informatica in danno dello Stato o di un ente pubblico e frode nelle pubbliche forniture), o violazioni dei modelli di organizzazione e gestione ivi previsti.
  2. Violazioni di disposizioni normative europee:
    • illeciti che rientrano nell’ambito di applicazione degli atti dell’Unione europea relativi ai seguenti settori: appalti pubblici; servizi, prodotti e mercati finanziari e prevenzione del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo; sicurezza e conformità dei prodotti; sicurezza dei trasporti; tutela dell’ambiente; radioprotezione e sicurezza nucleare; sicurezza degli alimenti e dei mangimi e salute e benessere degli animali; salute pubblica; protezione dei consumatori; tutela della vita privata e protezione dei dati personali e sicurezza delle reti e dei sistemi informativi;
    • atti od omissioni che ledono gli interessi finanziari dell’Unione;
    • atti od omissioni riguardanti il mercato interno (a titolo esemplificativo: violazioni in materia di concorrenza e di aiuti di Stato);
    • atti o comportamenti che vanificano l’oggetto o la finalità delle disposizioni di cui agli atti dell’Unione.